Da qualche tempo non dormo bene: posso dire di soffrire di insonnia?
22 ottobre 2019
Mostra tutti

LA SINDROM METABOLICA: COS’E’ E COME POSSIAMO GESTIRLA

La sindrome metabolica è una malattia complessa ed eterogenea che si verifica quando l’aumento eccessivo sia del peso che della massa grassa altera alcuni parametri del corpo, come la pressione arteriosa, il colesterolo e la glicemia. Trascurare questi aspetti e continuare a seguire uno stile di vita sbagliato può portare a conseguenze davvero dannose per la salute, quali: diabete di tipo 2, malattie cardiache, grasso nel sangue, problemi di fegato, ovaio policistico, ipertensione arteriosa, demenza e cancro.

 

La sindrome metabolica viene diagnosticata quando sono presenti almeno tre dei seguenti fattori di rischio:

 

  • Aumentata circonferenza addominale (≥ 94cm negli uomini e ≥ 80 cm nelle donne);
  • Aumentata pressione arteriosa (≥ 130/85 mmHg);
  • Trigliceridi alti (≥ 150 mg/dl);
  • Colesterolo HDL “buono” basso (≤ 40 mg/dl negli uomini e ≤ 50 mg/dl nelle donne);
  • Glicemia a digiuno elevata (≥ 100 mg/dl).

 

Alla base di numerose malattie quali diabete, disturbi cardio-vascolari (ipertensione, infarto e ictus), statosi epatica, alterazioni ormonali (ipogonadismo, ovaio micropolicistico), alcuni tumori, come il cancro della mammella e quello del colon-retto, si nasconde quindi il quadro clinico della sindrome metabolica. Al contrario di quanto si possa pensare, la sindrome metabolica è una malattia molto diffusa fra la popolazione italiana e colpisce il 30% degli uomini e il 35-40% delle donne, soprattutto in menopausa.

 

Raggiungere la normalizzazione dei parametri alterati vuol dire migliorare il proprio metabolismo e diminuire il rischio cardiovascolare e oncologico. In poche parole, vuol dire salvare la propria vita da un destino segnato!

 

Ancor prima dei medicinali, puoi bloccare la sindrome metabolica intervenendo in maniera “naturale” sul tuo stile di vita in 3 mosse:

 

  • Segui una dieta bilanciata e controllata.
  • Mantieni il tuo peso ottimale e il tuo BMI (Indice di Massa Corporeo) nella norma;
  • Fai esercizio fisico ogni settimana e muoviti il più possibile.

 

Ricorda che con l’età aumenta il rischio di sviluppare la sindrome metabolica e le persone diabetiche sono maggiormente soggette al suo sviluppo.

 

Abbandonare le vecchie abitudini alimentari e cominciare a seguirne delle nuove e migliori è però una scelta difficile da mantenere da soli. Più che una dieta ferrea fatta di rinunce, serve un percorso di rieducazione alimentare che porti a raggiungere la consapevolezza piena di ciò che mangi, facendo le scelte giuste per se stessi e per la famiglia.

 

Un nutrizionista può aiutare con una dieta personalizzata grazie alla quale si potrà riconquistare il peso forma mangiando in maniera sana ed equilibrata. Con il suo aiuto, in poco tempo e con straordinaria facilità, si riacquisterà la forma desiderata, sentendosi di nuovo in salute e soddisfatti di aver riportato nella norma i parametri del tuo corpo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Show Buttons
Hide Buttons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi